Guida ai newsgroup Web Hosting
 

La rete Usenet

La prima cosa da sapere, è che non esiste alcuna autorità centrale che coordina Usenet. Gli articoli in effetti non vengono spediti subito su "Usenet" ma semplicemente su un singolo server delle news, cioè su una macchina privata di qualche organizzazione (es. il tuo provider) o privato cittadino. Poiché esistono al mondo un numero imprecisato di server delle news, se tutto finisse qui, si avrebbe la situazione esemplificata in figura: ciò ognuno potrebbe leggere solo gli articoli inviati al server delle news a cui è connesso e non "vedrebbe" gli utenti dell'altro server.

Server non connessi

Affinché un articolo sia visibile anche da altri, invece, ogni macchina che partecipa alla rete Usenet dovrà stringere degli accordi con le macchine di altri per scambiarsi reciprocamente gli articoli in loro possesso. Queste ulteriori macchine, poi, a loro volta si suppone che scambieranno gli articoli con altre macchine ancora, e così via, in modo che alla fine gli articoli di tutti siano visibili a tutti. Il tutto può essere sintetizzato nel seguente schema:

Server connessi

In generale questo modo di funzionamento della rete usenet può presentare dei problemi, alcuni facilmente risolvibili, altri meno. Il primo problema è quello di evitare articoli doppi. Facendo riferimento allo schema di cui sopra, in effetti, il server C ricevendo sia gli articoli di A che quelli di B, che a sua volta ha ricevuto quelli di A, rischierebbe di ricevere due volte gli articoli di A; oppure, rischierebbe addirittura di riceve i suoi stessi articoli, ritornandogli indietro ad esempio attraverso la catena C -> B -> A -> C. Affinché questo non accada, è presente un doppio controllo basato sui valori di due header: path e Message-ID. Essi appaiono più o meno come questi:

Path: uni-berlin.de!fu-berlin.de!nntp.infostrada.it!bofh.it!robomod

Message-ID: <MPG.14ef5cd7ca2df96e989ae6@127.0.0.1>

L'header path, che si legge da destra verso sinistra, dice da quali server è transitato un articolo prima di arrivare. Se dal path risulta che esso è già transitato dal server ricevente stesso, questo viene automaticamente rifiutato. Inoltre, ammesso che tutto fili liscio a livello di path, viene controllato il Message-ID, generato con un algoritmo che identifica univocamente il messaggio; se il Message-ID dell'articolo è uguale a quello di un articolo già in proprio possesso, anche in questo caso esso viene rifiutato.

In conseguenza delle precauzioni di quanto sopra, è veramente difficile, se non impossibile, che possano arrivare articoli duplicati. In caso può accadere che qualche articolo venga perso, magari a causa del malfunzionamento di qualcuna delle macchine che fanno parte della rete; affinché ciò non accada è particolarmente importante che il feed sia ridondante, cioè che per l' "approvvigionamento" degli articoli ciascun server si rivolga a più server news, in modo che in caso di defaillance di qualcuno di essi possa sempre "pescare" gli articoli da altri.

Chi è il padrone?

Molti si chiedono chi sia il padrone di Usenet. A questo punto, se si è letto quanto sopra, dovrebbe essere chiaro che nessuno è veramente a capo di Usenet; piuttosto esistono tanti piccoli e grandi proprietari di server delle news che insieme collaborano per tenerla insieme, senza che nessuno singolarmente ne sia proprietario in toto. Per questo motivo anche alcune affermazioni del tipo: "il GCN è il padrone della gerarchia it " ci paiono poco veritiere, nel senso che alla fine sono i proprietari di ciascun server news che hanno deciso di attribuire al GCN l'autorità di creare o cancellare i newsgroup it.* e come la hanno concessa possono anche revocarla.

La USENET DEATH PENALTY

Chiunque può crearsi le proprie gerarchie sul proprio PC; il problema è convincere gli altri server a riportarla e ad accettare di scambiare gli articoli che in essa vengono postati altrimenti nessuno, a parte gli eventuali utenti connessi con quel PC, potrebbe leggerla. Questo dovrebbe convincere che è fondamentale per un server delle news avere un ottimo feed, cioè molti server delle news disposti a scambiare con esso i propri articoli.

In generale, uno dei più validi motivi per cui un server delle news può rifiutare il feed da altri server è perché teme che da quel server sia gestito in modo poco serio e che attraverso di esso possano accedere utenti poco corretti che immetterebbero nella propria macchina dell' "immondizia" che poi si propagherebbe attraverso l'intera rete Usenet. Quando la totalità (o quasi) dei server si accordano per negare il feed da un determinato server, allora si dice che è stata applicata la Usenet Death Penalty.

In realtà non mi risulta che essa sia stata mai applicata, sebbene qualche volta sia stata proposta. Ulteriori dettagli su questo argomento si possono trovare su: http://bertola.eu.org/usenet/faq/testi/udp-faq.txt

 

 

Il protocollo NNTP
Next